La rivista quadrimestrale a carattere scientifico e professionale
si rivolge a insegnanti, dirigenti scolastici, operatori dei contesti educativi e formativi,
psicologi dello sviluppo, dell’educazione e della formazione e vuole essere
espressione della ricerca psicologica nell’ampio e variegato settore educativo

Maria Chiara Bazzini, Cosima Marsella, Pamela Papangelo, Maddalena Fabbri-Destro e Valentina Gizzonio

Il presente studio è stato condotto su 96 bambini in età prescolare (m=4.09; ds=0.54) con l’obiettivo di valutare se la costruzione condivisa di storie narrate, unita a una parte attiva di azione e interpretazione delle vicende, potesse avere un impatto significativo sull’abilità di ragionamento non verbale e sulla competenza narrativa. I partecipanti sono stati suddivisi in gruppo sperimentale (n=47) e gruppo di controllo (n=49). I primi hanno partecipato a 32 sessioni sperimentali, mentre i secondi hanno continuato le attività didattiche curriculari. I risultati mostrano come stimolare i bambini sul piano della rappresentazione esecutiva, iconica e simbolica, favorisca un incremento significativo nel ragionamento non verbale (Matrici Progressive Colorate p=0,01) e nell’indice di Complessità dell’Enunciato (Bus Story Test p=0,01).


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.