La rivista quadrimestrale a carattere scientifico e professionale
si rivolge a insegnanti, dirigenti scolastici, operatori dei contesti educativi e formativi,
psicologi dello sviluppo, dell’educazione e della formazione e vuole essere
espressione della ricerca psicologica nell’ampio e variegato settore educativo

Mirella Zanobini, Silvano Solari e Davide Carattino

Il contributo ha l’obiettivo di esplorare il rapporto tra teoria della mente e linguaggio, con particolare attenzione alle persone con disturbi dello spettro autistico e con disabilità uditiva. Tali tematiche vengono introdotte con riferimento a contributi teorici classici e recenti. Vengono inoltre riportati alcuni risultati di uno studio pilota sull’utilizzo di termini mentali in sette bambini con sintomatologia autistica coinvolti in un’esperienza di teatro-terapia: da tale studio emerge come in situazione teatrale vengano prodotti più termini mentalistici, soprattutto cognizioni e desideri, e in modo più spontaneo rispetto a una situazione di controllo.

Per quanto riguarda la sordità, si sottolinea il ruolo dell’esperienza nel favorire l’accesso alla teoria della mente e si forniscono indicazioni concrete connesse ai principi del metodo Drežančić.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.